I Primi 3 Passi Segreti da Muovere per Raggiungere i Tuoi Obiettivi Personali

Di chi è la colpa se non raggiungi i tuoi obiettivi personali? Della crisi? Del traffico? Del collega? Del partner? Della sfortuna? Di una congiura cosmica? E, una volta che l’avrai scoperto (ammesso che tu riesca a scoprirlo), che cosa sarai in grado di cambiare nella tua vita se niente è mai sotto la tua responsabilità? Lo scenario, tuttavia, non è così catastrofico. Se riesci a compiere i tre passi che ti permetteranno di dirigerti verso la vita che vuoi veramente.

Negli articoli precedenti, abbiamo visto ben 2 modi per definire correttamente i tuoi obiettivi e capire da dove conviene partire. Rimangono solo tre aspetti da verificare prima di passare all’azione. Eccoli:

 Responsabilità

 

Intesa, all’inglese, come response-ability: abilità di rispondere, e quindi gestire, le situazioni che si presentano.

Ti faccio un esempio: non sarebbe bello se ci fosse sempre il sole?! Saresti libero di passare una parte del tuo tempo libero passeggiando. Invece a volte piove. E, credimi, è giusto che piova. Di fronte a questa consapevolezza, hai due possibilità: uscire solo quando non piove (e in questo caso sarei in balia delle condizioni metereologiche) oppure…dotarti di un ombrello e quindi essere libero di uscire sempre. E, magari, scoprire che anche passeggiare sotto la pioggia ha il suo fascino…

In questo modo ti sarai dato la possibilità di allargare i tuoi orizzonti. Dentro ai quali, probabilmente, trovare nuove risorse.

Quindi, poniti la domanda: “Cosa è sotto il mio controllo per migliorare questa situazione che non mi piace?”. Se la tua risposta è “nulla”, poniti la seconda domanda (bonusJ): “Chi può aiutarti a capirlo?”. Noterai che questa domanda, come tutte le domande che ti poni, inizierà a spostare la tua attenzione, cioè ciò su cui ti focalizzi. E la sposterà dalla cornice “problema irrisolvibile” a “ricerca delle possibili soluzioni”. E già questo ti farà fare un grande passo avanti.

“Eh, fai presto a dire poniti le domande giuste…sono mesi che mi chiedo come posso fare a non perdere più tempo in cose inutili, di non aumentare di peso, di non essere più coinvolto in relazioni sterili. Ma non cambia niente…”

Perfetto! A questo punto direi che sei pronto per compiere il….

Scegli dove andare

Posto che mi pare di capire ti sia ben chiaro cosa NON vuoi, la domanda da porti è “cosa vuoi?”. Ogni volta che provi una forte spinta a cambiare una situazione che non ti piace, ma non sai di preciso cosa vuoi, è come se fossi sul punto di spiccare un salto per sfuggire da un incendio e…rischiassi di infilarti in un burrone.

Fuori di metafora: scappare da una situazione che non ti piace senza sapere in che direzione ti stai dirigendo può farti incappare in una situazione molto peggiore di quella attuale. E soprattutto, attendo agli obiettivi che ti dai: il rischio più grosso è che si avverino. Non ti ha insegnato niente il mito di Re Mida?! 🙂

“Perfetto! Ora mi è chiaro, ho tutto quello che mi serve. Visto che non voglio più avere problemi di soldi, organizzo una bella truffa e mi arricchisco alle spalle degli allocchi che ci cadono”.

Ok, e nel frattempo, dammi anche l’indirizzo dove preferisci che ti spedisca le arance. Ma è colpa mia (vedi che gira e rigira continui a trovare qualcuno a cui dare la colpa?!:-)). Rimedio subito e ti rivelo anche il…

Passo n. 3:  definisci il tuo obiettivo in modo che sia ecologico

Il tuo obiettivo non deve arrecare danno a te o alle persone che ti stanno intorno, in particolare a quelle che ti stanno più a cuore. Questo credo di non dovertelo spiegare, vero?!

Ora hai tutti gli strumenti che ti servono: non ti rimane che scegliere quale sia il più importante fra i tuoi obiettivi e partire da quello.

Se invece non hai ancora stabilito quale sia la tua priorità, prova a dare un’occhiata a questo articolo:

Come stabilire le priorità con un bicchiere di champagne e 50 centesimi.

 

In bocca al lupo per tutti i tuoi progetti attuali e futuri e…alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.