Come stabilire le priorità con un bicchiere di champagne e 50 centesimi

Il raggiungimento dei propri obiettivi personali poggia su due fattori:

  1. individuare i propri desideri, ovvero ciò che veramente vogliamo realizzare nella vita. Abbiamo visto come farlo nel precedente articolo, se te lo sei perso lo trovi qui.
  2. decidere da dove partire, cosa che imparerai a fare oggi.

Vedremo infatti un metodo che ti impedirà di fallire nella definizione delle tue priorità e che si rivelerà molto efficace per scogliere gli indugi quando proprio non riesci a scegliere  fra due alternative. Mi raccomando, non continuare nella lettura finché non avrai a disposizione…una moneta da 50 cent.

Hai ricaricato le batterie? Disponi di energie sufficienti per riprendere il tuo viaggio virtuale? Hai di fronte a te la lista dei desideri? Mi aspetto tu abbia risposto “si” a tutte e tre le domande quindi…procediamo con lo step successivo, ovvero

Individua da dove partire per realizzare i tuoi sogni!

Partiamo subito dal presupposto che tempo ed energie a tua disposizione non sono illimitate. Cercare di convincerti che potrai realizzare contemporaneamente tutti i desideri che hai scritto sarebbe irrealistico: quindi ecco un metodo per stabilire le tue priorità. Il sistema, tanto semplice quanto efficace, e si chiama “bubble sort” (letteralmente “ordinamento a bolla”), perché consente alla cosa più importante fra quelle scritte nella tua lista di risalire in superficie come una bollicina in una coppa di champagne.

Bubble sort

La logica che adotterai sarà quella del “less is more” e consiste nel semplificare un compito complesso.

Come? Riducendo anche la decisione più complessa in una serie di scelte fra due alternative. Funziona così: prendi i primi due elementi che hai scritto e confrontali fra di loro per stabilire quale dei due è più importante. Una volta scelto quello che ha la priorità, confrontalo con il terzo e così via, fino alla fine della lista. Procedi con lo stesso metodo anche per le alternative successive, fino ad avere ordinato la tua lista in ordine di priorità.

Cosa fare quando l’indecisione ti attanaglia? Lancia una moneta!

coin-flip

Assegna a una delle due alternative testa e all’altra croce, lancia una moneta e l’alternativa che vince ha la priorità. Se dopo questo tentativo il risultato non ti soddisfa, probabilmente dentro di te senti che è l’alternativa che ha “perso” ad essere la più importante. In ogni caso il tuo scopo l’hai comunque raggiunto!

Se non sei ancora convinto dell’efficacia del “lancio della moneta” come metodo di scelta, puoi anche leggere questo articolo, dove vengono riportati i risultati di un colossale e insolito esperimento condotto dall’economista Steven Levitt, uno degli autori del libro “Freakonomics. Il calcolo dell’incalcolabile“.

Cosa fare se non riesci a trovare il tuo scopo di vita?

Hai seguito tutte le indicazioni del precedente articolo ma non sei ancora riuscito a trovare il tuo scopo di vita? Non ti preoccupare, probabilmente il tuo obiettivo è proprio questo: scoprire quale sia il tuo scopo di vita.

Puoi provare questo metodo: scrivi una nuova lista, usando un nuovo foglio bianco in testa al quale scrivere “ciò che amo fare è…”. Seguendo le indicazioni relative al brainstorming spiegate nell’articolo precedente, inizia a scrivere tutto quello che ti appassiona, anche se ti sembra senza senso, stupido o imbarazzante. Anche perché non dovrai condividere quello che hai scritto con nessun altro se non con te (quindi cerca di essere onesto con te stesso). Se ad un certo punto ritieni che qualcosa sia talmente poco importante da non meritare di essere scritto è perché sta prevalendo la tua tendenza a giudicare i tuoi sogni anziché a farli vivere. Quindi scrivilo!

Nel prossimo articolo, che puoi leggere anche subito cliccando qui, continueremo il nostro percorso compiendo il primo passo per trasferire il tuo desiderio n.1 dall’impalpabile ed etereo mondo delle idee al concreto e palpabile mondo reale nell’articolo

Come puoi trasformare un sogno in un obiettivo realizzabile?

Come sempre, se hai domande, scrivile nei commenti qui sotto.

Alla prossima!

Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.