Che cosa vedi?

Capitano a volte situazioni nelle quali apparentemente sembra non esistano vie d’uscita. Sono quelle situazioni nelle quali hai la testa così tanto ficcata dentro ad un problema da non riuscire ad uscirne. O da non riuscire a scorgere le possibili soluzioni che possono “nascondersi” attorno al problema stesso. Vediamo un semplice consiglio per farti uscire dalle sabbie mobili e attivarti alla ricerca di una soluzione.  

 

Che cosa vedi nella foto riportata qui sotto?

Tigre

La risposta è semplice: una tigre. Ed è la risposta che la maggior parte delle persone dà quando vede questa immagine. Alcuni, tuttavia, rispondono “tigre a parte, che è la cosa più evidente, si possono notare in basso foglie con diverse sfumature di verde, mentre dietro, sfuocata, si intravede quello che potrebbe essere una foresta…”.

Ecco, l’esempio che ti ho appena citato mostra il differente approccio fra chi rimane concentrato sul problema e chi invece distoglie lo sguardo dalla componente più evidente e va ad esplorare cosa c’è attorno. Perchè è proprio lì che potrebbe trovarsi la soluzione.

La domanda è: come posso spostare (metaforicamente) l’attenzione dal problema alla ricerca della soluzione nel modo più semplice possibile?

Una cosa che ti consiglio di non fare è “incaponirti” sul problema, analizzandolo e rianalizzandolo alla disperata ricerca di una soluzione. Perché, come dice il trailer del film “Now You See Me – I maghi del crimine” che ti riporto qui sotto…

 

Ma allora…come fare?! Prova queste due semplici manovre:

1. prenditi una pausa

Fai una passeggiata, leggi il tuo libro preferito, ascolta musica che ti piace, insomma dedicati a qualcos’altro. Già questi piccoli cambiamenti daranno un po’ di pausa al tuo cervello. E potrebbe anche capitare che, quando meno te lo spetti, ti venga in mente una soluzione.

2. cambia le domande che ti poni

Ovvero, anzichè continuare a chiederti “come posso risolvere questo problema?” prova con “come potrei fare a trovare una soluzione?” oppure “chi potrebbe aiutarmi a trovare una soluzione?”. Queste semplici domande ti permetteranno di spostare l’attenzione del tuo flusso di pensieri dalla “situazione problema” alla “situazione al di fuori del problema”.

Chiaro che la sola domanda non ti fornirà sempre magicamente la risposta, ma avrà sicuramente il merito di attivare una ricerca che, rimanendo concentrato su problema, non attiveresti mai.

Quindi: buona ricerca delle soluzioni ai tuoi problemi e…alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.