Focus on everything is no focus

Essere concentrati su tutto vuol dire non essere concentrati.

E questo è anche il secondo dei tre motivi per i quali anche quest’anno non sei riuscito a raggiungere i tuoi obiettivi personali.

Ora che hai scoperto quali sono gli 8 pilastri sui quali basare i tuoi obiettivi ben formati, ti chiedo di resistere alla tentazione di definire molti obiettivi. Oppure definiscili con la consapevolezza che lavorerai solo su uno alla volta.

Come stabilire da dove partire? Tutto quello che ti serve per farlo è un foglio di carta e una penna.

Ti invito a fare questa attività sia che tu abbia più obiettivi tra i quali scegliere, sia che ne abbia uno solo, giusto per essere sicuro che quello per te sia esattamente l’obiettivo sul quale in questo periodo della tua vita è importante lavorare.

1) Disegna all’interno del foglio una serie di 10 cerchi concentrici, come quelli che vedi qui sotto:

Ruota della vita step 1

2) Disegna una corce e una “x” che passino per il centro in modo da dividere i cerchi in 8 settori, come nell’esempio qui sotto:

Ruota della vita step 2

3) Ora scrivi all’esterno del bordo più esterno queste 8 categorie, che saranno le 8 aree della tua vita:

Ruota della vita step 3

4) Ora dai una valutazione a ciascuna di queste aree su una scala che va da 1 a 10, dove 1 (il cerchio più interno) rappresenta il minimo e 10 (il cerchio più esterno) il massimo. Ti basterà colorare il numero di spicchi per ogni settore che rappresenta il tuo livello di soddisfazione per quella specifica area della tua vita.

Ruota della vita step 4

 

Se ti trovi in dubbio, trovi qui di seguito una serie di domande che ti permetteranno di approfondire l’analisi in ciascuna area.

1) Lavoro:

Il lavoro che svolgi è una delle attività che permeano e influenzano maggiormente il tuo tenore di vita. Che tu svogla un lavoro con orari ben definiti o sia un libero professionista, dedichi una parte consistente della tuo tempo al lavoro.

Che valutazione hai dato al tuo lavoro all’interno della ruota della vita?

Queste domande possono aiutarti ad essere più preciso:

  • Cosa ti rende soddisfatto e cosa invece insoddisfatto del tuo lavoro? Cerca di essere il più specifcio possibile.
  • Che cosa ti piace e non ti piace del tuo lavoro?
  • In quali aspetti il tuo percorso di carriera è come ti aspettavi che fosse?
  • Cosa è più importante per te nel lavoro? In che misura il tuo attuale lavoro te lo fornisce?
  • Che cosa avrebbe necessità di un cambiamento?
  • Se disponessi di risorse economiche illimitate, continueresti il tuo lavoro attuale? Se si, perchè? Se no, che cosa faresti?

2) Denaro:

Che ti piaccia o no, il denaro ti permette di soddisfare i tuoi bisogni.

Una gestione attenta delle tue finanze può fare una grande differenza.

Ecco le domande per approfondire la valutazione che hai dato di quest’area nella “ruota della vita”.

  • In che modo ti stai occupando di questo settore della tua vita?
  • Quali sono i tuoi valori riguardo al denaro?
  • Fai una rapida panoramica di quello che sta succedendo nella tua vita finanziaria: a che cosa stai prestando attenzione?
  • Cosa ti piacerebbe vedere cambiare quest’anno nelle tue finanze?

3) Ambiente:

L’ambiente è qualsiasi luogo nel quale trascorri il tuo tempo.

Ogni ambiente ha caratteristiche proprie: può contenere oggetti o essere completamente spoglio, essere caldo o freddo, arredato in un modo che ti piace o non ti piace, che hai scelto tu oppure altri.

Tutte queste caratteristiche ti influenzano sia in positivo che in negativo.

Ecco alcune domande per aumentare la tua consapevolezza su quest’area:

  • Come sono gli ambienti nei quali vivi?
  • In che modo le cose che possiedi migliorano la tua vita? E in che modo la peggiorano?
  • Nomina qualcosa che compreresti perché ritieni possa renderti felice: quali possono fare davvero la differenza?
  • Cosa nel tuo ambiente ti infastidisce o drena la tua energia?
  • Se potessi apportare un cambiamento negli ambienti nei quali vivi, quale sarebbe?

4) Crescita personale:

Migliorare la propria condizione non può prescindere dall’acquisizione di nuove capacità, abilità, conoscenze, competenze. Tutti aspetti che arricchiscono la tua persona, quello che sei e quello che sai fare. Quest’area rappresenta il livello al quale ti sei occupato di questo aspetto specifico.

  • Quale nuova abilità farebbe davvero la differenza in questo momento nel raggiungere i tuoi obiettivi?
  • Quali conoscenze (“sapere”), competenze (“saper fare”) o capacità (“saper essere”) vuoi sviluppare quest’anno?
  • Dove sei più motivato a migliorare te stesso o le tue capacità in questo momento?

 

5) Salute e divertimento:

In quest’area rientra tutto ciò che fai per prenderti cura di te stesso:

  • Come va la tua salute?
  • Quanto sei soddisfatto del tipo e della quantità di riposo nella tua vita?
  • Quanto del tipo e della quantità di divertimento?
  • Dove vorresti concentrare maggiormente la tua attenzione? Sulla cura della tua mente, delle tue emozioni o del tuo corpo?

 

6) Relazioni sociali:

All’interno di quest’area vengono raggruppati gli amici, le organizzazioni delle quali fai parte, le persone che frequenti e la qualità delle relazioni con loro:

  • Descrivi la tua vita sociale: quanto sei soddisfatto di ciò?
  • Cosa cerchgi di più in un amico/a? Dove sono questi tipi di persone nella tua vita?
  • In che modo sei coinvolto nella comunità? Qual è il tuo contributo?
  • Dove stai servendo gli altri gratuitamente?

 

7) Vita spirituale:

  • Descrivi la tua relazione con Dio, comunque tu lo concepisca. Com’è?
  • A cosa aspiri in questo settore? Qual è il tuo ideale?
  • Qual è il divario? Cosa manca?

 

8) Famiglia

  • Come vivi la tua famiglia / il tuo matrimonio in questo periodo della tua vita?
  • Cosa c’è di meglio nella tua vita matrimoniale / familiare? In cosa ti piacerebbe vedere il cambiamento?
  • Abbozza uno scenario di come sarebbe un matrimonio o una vita familiare ideale per te.
  • In che modo ti sei impegnato in quest’area della tua vita?

Ora osserva il risultato che hai ottenuto compilando la tua “ruota della vita” e poniti le seguenti domande:

  • Cosa ti colpisce mentre guardi come hai classificato queste diverse aree?
  • Parla dei tuoi due punteggi più alti e dei tuoi due più bassi, cosa ti ha portato a dare queste risposte?
  • In quale area sei più motivato a lavorare?
  • In quale area potresti ottenere i risultati maggiori con il minimo sforzo?
  • Cosa ti ha portato a individuare l’area su cui lavorare?
  • Come sarebbe per te avere un dieci in quell’area?

Cosa fare se hai 2 o più aree tra le quali sei indeciso?

Il sistema, tanto semplice quanto efficace, e si chiama “bubble sort” (letteralmente “ordinamento a bolla”), perché consente alla cosa più importante tra le quali devi scegliere di risalire in superficie come una bollicina in una coppa di champagne.

La logica che adotterai sarà quella del “less is more” e consiste nel semplificare un compito complesso.

Come? Prendi due alternative fra le quali se indeciso e confrontale fra di loro per stabilire quale delle due è più importante. Se hai anche altre alternative, procedi confrontando quella appena scelta con una delle altre e così via, fino alla fine della lista.

Cosa fare quando l’indecisione ti attanaglia? Lancia una moneta!

Assegna a una delle due alternative testa e all’altra croce, lancia una moneta e l’alternativa che vince ha la priorità. Se dopo questo tentativo il risultato non ti soddisfa, probabilmente dentro di te senti che l’alternativa più importante…è quella che ha perso! In ogni caso il tuo scopo l’hai comunque raggiunto!

Ad avere testa l’efficacia del “lancio della moneta” come metodo di scelta ci ha pensato l’economista Steven Levitt, uno degli autori del libro “Freakonomics. Il calcolo dell’incalcolabile“, mediante un colossale e insolito esperimento.

Levitt aveva chiesto a migliaia di persone che stavano contemplando la possibilità di introdurre un grande cambiamento nella loro vita, come lasciare un lavoro o interrompere un rapporto sentimentale, di andare su un sito web, dove il lancio di una moneta virtuale avrebbe deciso che cosa dovevano fare.

Ovviamente, molti avevano ignorato il risultato, ma altri no. E quando li aveva intervistati di nuovo sei mesi dopo, aveva scoperto che quelli che avevano cambiato erano più felici di quelli che non lo avevano fatto, anche se a determinare la decisione era stato solo il lancio di una moneta.

Ricapitolando, fino a questo punto hai scoperto:

  • come definire obiettivi ben formati;
  • da dove partire per definire i tuoi obiettivi di miglioramento.

Nel prossimo video “I tuoi sono obiettivi o meta-obiettivi?” vedremo la contromisura al terzo (ed ultimo) dei tre motivi per i quali anche quest’anno non hai raggiunto i tuoi obietti.

P.S. Nel frattempo ricorda di condividere l’articolo con chi può essere interessato all’argomento oppure esprimere il tuo apprezzamento nei commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.